LO SQUILIBRIO ECOLOGICO MONDIALE HA RAGGIUNTO UN PERICOLOSO PUNTO DI NON RITORNO – Servizio di Gianfranco Lodisi

LO SQUILIBRIO ECOLOGICO MONDIALE HA RAGGIUNTO UN PERICOLOSO PUNTO DI NON RITORNO – Servizio di Gianfranco Lodisi
Eccone le ragioni.
Nel quadro della continua crescita senza precedenti della popolazione mondiale, una vasta area del Sud America è stata deforestata per fare spazio a culture intensive per produrre cibo da esportare soprattutto in Cina e in alcune parti dell’Europa. Ciò ha avuto un effetto sull’equilibrio dell’ecosistema e ha contribuito alla lenta estinzione di molte specie animali. Da ricordare poi che il 40% della produzione alimentare viene sprecato.
Quindi dobbiamo imparare a non sprecare cibo. Con la scomparsa degli insetti che trattano i rifiuti, l’inquinamento dei mari e della terra è inevitabile, e questo tipo di inquinamento da rifiuti insieme alla combustione di fossili sono le principali cause del riscaldamento globale, lo scioglimento dei ghiacci nelle regioni polari del pianeta con la conseguenza di innalzamento del livello del mare, inondazioni, innalzamento della temperatura della terra, tempeste, uragani e simili. L’habitat degli animali si sta paurosamente rimpicciolendo, cio’ nonostante la caccia agli animali selvatici in esso continua (si veda ad esempio l’uccisione di rinoceronti per le loro corna considerate sostanza afrodisiaca). Gli animali non vengono solo uccisi nel proprio habitat per guadagni specifici, ma vengono catturati per essere macellati nei famigerati wet market cinesi. È noto che alcuni animali trasportano virus e se fossero lasciati nel loro habitat naturale i loro virus non si diffonderebbero all’uomo. Si diffondono agli esseri umani quando vengono catturati per essere venduti o macellati. Il piu’ importante esempio i pangolini che hanno trasmesso il virus ai pipistrelli commerciati nel suddetti famigerati mercati cinesi. Da qui la migrazione del Covid 19 negli esseri umani con milioni di malati e morti. Quindi la responsabilità dell’attuale pandemia deve essere attribuita solo ed esclusivamente alla Cina.
Inoltre, siamo onesti, tutte le principali convenzioni mondiali organizzate su questi scottanti problemi che minacciano la sopravvivenza del pianeta Terra, sono semplicemente una farsa, poiché non è stato fatto molto per porre fine a questa estinzione avanzata di animali, all’inquinamento, alla caccia eccessiva di animali, alla deforestazione e tutto il resto. Questo perché? Perché la crescita economica è l’obiettivo principale delle maggiori potenze mondiali. Il resto non conta!
(Text in English)
THE WORLD ECOLOGICAL IMBALANCE HAS REACHED A DANGEROUS POINT OF NO RETURN
These are the prime reasons:
In the frame work of unprecedented world population growth, a large area of South America has been deforested to make room for intensive cultures to supply food especially to China and parts of Europe. This has had an effect on the ecosystem balance and contributed to the slow extinction of animal species. The point is that 40% of the food production is wasted.
So we have to learn not to waste food. With the disappearance of insects that process waste, pollution of the seas and land is inevitable, and this kind of pollution from waste together with burning of fossils are the major causes of global warming, the melting of ice in the planet polar regions with the consequence of rising sea levels, flooding, rising of the earth temperature, storms, hurricanes and the like. The animal habitat is being slowing shrinking and yet still over hunted. Animals are not only killed in their own habitat for specific gains (see for example the killing of rhinos for their horns considered as an aphrodisiac substance) but they are captured to be butchers in the infamous Chinese wet markets. It is well known that certain animals carry viruses and if they were left in their natural habitat their viruses would not spread to humans. They do spread to humans when are caught to be sold or butchered. Prime example the pangolins who transmitted the virus to bats traded in the aforesaid Chinese wet market hence the spreading of Covid 19 with millions of affected and death. So the responsibility of the present pandemic must be attributed to China.
Besides, let’s be honest, all the major world conventions organised on this issue are simply a farce, for nothing much has been done to put a stop to this advancing extinction, pollution, over-hunting of animals, deforestation and all the rest, economic growth is the prime goal of the the major world powers.

Share This