MIRURE RESTRITTIVE DEL GOVERNO IRLANDESE SUL COVID 19 SPECIAMENTE A DUBLINO

In Irlanda la sola Dublino ha registrato nelle ultime due settimane un’incidenza di contagi due volte quella della media nazionale. L’annunciato piano governativo per tamponare l’allarmante crescita del numero di contagi specialmente nella capitale irlandese riguarda i seguenti settori:
1. Movimenti e visita da un’abitazione all’altra limitata a 6 persone
2. VietatI gli assembramenti con piu’ di 6 persone anche a livello familiare
3. Consigliato di non viaggiare da una provincia all’altra
4. Matrimoni e funerali con presenza di massimo 25 persone
5. Per i ristoranti e pub con servizio di ristorazione ammesso sola la vendita su ordinazione (take-away).
Non ammesso il servizio all’interno dei loro locali, ammesso solo quello all’aperto per un massimo di 15
avventori.
6. I cosiddetti wet pubs pub, solo con vendita di alcoolici, non apriranno fino a data da destinare
7. Lavorare in casa a meno che non sia assolutamente necessario andare in ufficio
8. Solo gli sport di elite ammessi ma senza pubblico
9. Non sono ammessi eventi organizzati all’interno di edifici
10. Eventi organizzati all’apero ammessi ma con un massimo di 15 persone
11. Insegnamento di terzo grado ammesso solamente online, ad eccezione di studi in laboratorio
12. Servizi religiosi solo online
Non si fa cenno a misure riguardanti i viaggiatori in arrivo in aeroporto. Per quanto riguarda gli italiani che ritornano dall’Italia, si sa solo che l’Italia da lunedì prossimo non sarà più inclusa nella lista verde, ma nulla finora su come gestiranno detti arrivi in Irlanda. Non appena saranno emanate delucidazioni in merito, verranno pubblicate.

Share This