JOHNSON-FARAGE CONTRO OBAMA A LONDRA

La visita di Obama a Londra e il suo spassionato incoraggiamento agli inglesi a rimanere nell’UE ha scosso le acque tra coloro che si battono per una via d’uscita. L’intera faccenda Brexit  è diventata sporca e personale. Dall’esterno, sembra che alcuni politici britannici siano affetti da quella che era la vecchia sindrome di supremazia dell’Impero Britannico nel credere ancora che la Gran Bretagna sia in grado di uscirne fuori con più vantaggi che svantaggi nelle relazioni commerciali con il mondo isolandosi, piuttosto che rimanere parte dell’UE. Boris Johnson e Nigel Farage, hanno fermamente dichiarato che Obama dovrebbe farsi gli affari suoi. Naturalmente nessuno ha ancora detto il signor Johnson, per esempio, che non inganna nessuno quando ci vuol far credere che la sua posizione per quanto riguarda Brexit è dettata da amore sincero per il suo Paese, piuttosto che dalla sua aspirazione opportunistica a far fuori Cameron. Il suo è un rischio calcolato che alla fine potrebbe rivelarsi alquanto acido.

Share This