LA CRISI MIGRATORIA

L’attuale crisi dei profughi è solo la punta dell’iceberg di una crisi più profonda. Questo non è un problema isolato, ma la conseguenza di altri problemi. Il tragico esodo di tanti sfollati è proprio come l’emorragia da una ferita aperta o un cancro interno e non importa quanto ci si sforzi di curare o limitare questa emorragia, la radice del problema, il cancro che ha causato tutto questo è ancora lì che le grandi potenze e l’UE sembrano essere impotenti a fronteggiare ed eliminare. LA CRISI MIGRATORIAQuesto tipo di tumore è la destabilizzazione dei paesi come la Siria, l’Iraq, la Libia, a seguito del nuovo ordine o disordine creato da  interventi militari occidentali in quei paesi che hanno  portato all’insorgenza di sette pericolose, come ISIS che è oggi la principale causa di milioni dei siriani costretti a lasciare  il loro paese.Quindi, l’Europa potrebbe raggiungere un accordo sulle quote di profughi che ogni paese può permettersi di ospitare e dovranno essere compiuti sforzi per identificare e arrestare i trafficanti di esseri umani.  Ma la crisi dei rifugiati persisterà  se non si interviene per eliminare la vera causa. E se ci vuole un intervento militare, sia il benvenuto! Solo che questa volta sarebbe per una causa giustificabile.

 

Share This