Musica e matematica a braccetto. Una conferenza del Prof. Scimemi

dscn6204-1Sapevate che una melodia può essere rappresentata come un grafico piano dove le altezze delle note sono tracciate come una funzione di tempo? Se trasformazioni geometriche appropriate (trasferimento, riflessione ecc.) sono apportate al grafico è creata una nuova melodia che un bravo compositore può sovrapporre all’originale per ottenere piacevoli armonie. Questa arte del “contrappunto” fu magistralmente attuata – con un metodo quasi scientifico – da J.S. Bach nelle sue Variazioni Goldberg.
A parlare di questo argomento è stato l’ospite di turno stasera (8 settembre 2016) all’Istituto Italiano di Cultura, Benedetto Scimemi, matematico di grande esperienza, professore di Matematica nella Facoltà di Scienze dell’Università di Padova, con diverse pubblicazioni scientifiche al suo attivo.
Il prof. Scimemi ha sempre coltivato interessi musicali, dedicandosi allo studio del pianoforte e del flauto.

Share This