L’ITALIANO BIANCONI PIONIERE DEI TRASPORTI SU STRADA IN IRLANDA

All’inizio del XIX secolo, un grande nome spicca tra gli immigrati italiani in Irlanda: quello di Carlo Bianconi, originario di Costa Masnaga in provincia di Lecco. Proveniente da famiglia benestante, Carlo, all’età di 16 anni, fu affidato dal padre, insieme ad altri ragazzi italiani, ad un certo Faroni, suo amico, venditore ambulante di stampe ed immagini sacre che operava nelle isole britanniche. Nei 1802 Faroni, con i suoi tirocinanti, sbarcò a Dublino dove i suoi apprendisti iniziarono il loro tirocinio. Due anni dopo, Bianconi, ormai diciottenne, invece di tornare in Italia decise di rimanere in Irlanda. Si trasferì a Clonmel nella contea di Tipperary dove, a parte la sua attività di venditore ambulante, aprì un negozio. Di lì a poco, investì i suoi guadagni in una carrozza tirata da cavalli e in poco tempo le carrozze da lui possedute diventarono cento con cento piloti e mille e trecento cavalli. Nel giro di pochi anni il rispettassimo Bianconi diventò il magnate dei trasporti su strada in tutta l’Irlanda, nord e sud, di persone, merci e posta, concorrendo con la ferrovia rispetto alla quale il suo servizio era più comodo, più puntuale e più economico. A tutt’oggi la storia e la toponomastica di Clonmel ruota attorno alla figura di Bianconi che, all’epoca, ne fu nominato sindaco.
La sua storia è narrata in inglese nel seguente documentario prodotto da Concetto La Malfa Editore di italvideonewstv.net. Per leggere la storia completa di Bianconi consultate il libro PRESENZA ITALIANA IN IRLANDA” dello stesso autore cliccando qui.




Share This