L’incredibile impresa di un chirurgo italiano: Sergio Canavero

Sta riscuotendo clamore la notizia che il chirurgo torinese Sergio Canavero sarebbe in procinto di realizzare un trapianto di testa in pazienti umani paraplegici. Egli ha infatti già dichiarato alla rivista  New Scientist di essere riuscito, con un’équipe di colleghi della Konkuk University School of Medicine in Corea del Sud, a  riconnettere il midollo spinale di un topo e di aver trapiantato la testa P1000024di una scimmia sul corpo di un’altro primate in Cina. Canavero dichiara “Abbiamo tantissimi dati su cui lavorare. È importante che le persone smettano di pensare che sia impossibile. È assolutamente possibile, e ci stiamo lavorando. Abbiamo dimostrato la validità del protocollo Gemini e alcune riviste scientifiche hanno accettato i nostri articoli in cui spieghiamo il metodo usato”.
Il giovane russo Valerij Spiridonov, si era candidato a sottoporsi al primo trapianto, ma l’intervento non può essere realizzato in Cina per ragioni “etiche e biologiche”. Se l’operazione dovesse andare in porto, durerebbe 72 ore, con un equipe di 150 medici e costerebbe 16 milioni di dollari.