LA SCRITTRICE JHUMPA LAHIRI ALL’ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA

Affiancata dal Professore Cormac Ó Cuilleanáin che l’ha presentata, la scrittrice bengalese Jhumpa Lahiri è stata ospite stasera dell’Istituto Italiano di Cultura a Dublino per presentare il suo voluminoso ultimo libro “The Penguin Book of Italian Short Stories”.
Jhumpa Lahiri nasce in Inghilterra da genitori provenienti dallo stato indiano del Bengala Occidentale, trascorrendo poi l’infanzia e la giovinezza negli Stati Uniti d’America. La sua prima raccolta di racconti brevi, L’interprete dei malanni (Interpreter of Maladies), uscita nel 1999, ha subito colpito l’attenzione di molti lettori e della critica ottenendo il Premio Pulitzer per la narrativa l’anno successivo. Dal romanzo L’omonimo, del 2003, la regista Mira Nair ha tratto il film Il destino nel nome – The Namesake. Con il romanzo Una nuova terra, uscito nel 2008, vince la III edizione del Premio Gregor von Rezzori per la miglior opera di narrativa straniera nel 2009.[
Appassionata della lingua italiana, nella prima metà degli anni 2010 ha vissuto a Roma con i suoi due figli e il marito, Alberto Vourvoulias-Bush, giornalista guatemalteco, per meglio studiarla e comprenderla. Nel 2014 è chiamata a far parte della giuria alla 71ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. L’anno dopo pubblica il suo primo libro scritto direttamente in italiano, l’autobiografico In altre parole, vincitore nello stesso anno del Premio Internazionale Viareggio-Versilia. Questa la sua produzione letteraria:
Interpreter of Maladies, 1999 (L’interprete dei malanni, trad. di Claudia Tarolo, Marcos y Marcos, Milano, 2000)
The Namesake, 2003 (L’omonimo, traduzione di Claudia Tarolo, Marcos y Marcos, Milano, 2003)
Unaccustomed Earth, 2008 (Una nuova terra, trad. di Federica Oddera, Guanda, Parma, 2008)
The Lowland, 2013 (La moglie, trad. di Federica Oddera, Guanda, Parma, 2013)
In altre parole, Guanda, Parma, 2015 (scritto in italiano, tradotto in inglese nel 2016)
Il vestito dei libri, Guanda, Parma, 2016 (scritto in italiano, tradotto in inglese nel 2016)
Dove mi trovo, Guanda, Parma, 2018 (scritto in italiano)
The Penguin Book of Italian Short Stories, (07/03/2019)



Share This