ELEZIONI POLITICHE ITALIANE: AFFLUENZA ALLE URNE E ORIENTAMENTI

Alla fine l’affluenza alle urne di queste elezioni politiche italiane 2018 è altissima, o meglio è superiore alle previsioni della vigilia e molto vicina al dato di cinque anni fa (elezioni politiche 2013) quando andò a votare il 75,19% degli aventi diritto. In base ai primi dati pubblicati ufficialmente dal Ministero dell’Interno sul portale Eligendo, siamo al 72,96% di affluenza alle urne. Il dato è ancora parziale (circa 2.200 comuni su 7.958).
In Irlanda ha votato il 35,28% (voti validi) dei 13.179 elettori italiani aventi diritto.
E’ il Centro/Destra a vincere le elezioni politiche del 2018 in Italia: la coalizione che vede alleati Berlusconi, Salvini e Meloni ha ottenuto il numero più alto delle preferenze, secondo i primi dati reali del Senato oltre il 37%. Un dato che, in base alla ripartizioni dei seggi, dovrebbe consentire al Centro/Destra di poter governare il Paese nonostante il boom del Movimento 5 Stelle che si assesta intorno al 31%. Terzo posto per la coalizione di Centro/Sinistra intorno al 23%, con il Partito Democratico crollato al 19%. Quarto posto per “Liberi e Uguali“, gli scissionisti a sinistra del Pd che superano di pochissimo il 3% e riescono ad eleggere in parlamento appena un paio di senatori. Proprio in base ai primi dati che ricostruiscono la ripartizione dei seggi, considerando anche i senatori eletti nella circoscrizione estero, il Centro/Destra ha già la maggioranza al Senato mentre sarebbe molto vicino alla Camera (dove mancherebbero tra 10 e 20 deputati). Ma Brunetta non ha dubbi, “in parlamento ci sarà la fila per venire con noi“.
Per quanto riguarda la premiership, la sorprendente affermazione della Lega sopra Forza Italia dovrebbe consegnare la Presidenza del Consiglio a Matteo Salvini, se anche i seggi della Lega saranno superiori a quelli di Forza Italia.



Share This